1200x1200_ibeacon2

Discovering iBeacon, a new technology made in Apple

iBeacon is the technology based on Bluetooth 4.0 LE that Apple is pushing to replace the NFC

 

Imagine walking down the street and feel vibrate smartphone: you got a notification that informs you that there is a super deal on a product that you have always dreamed of owning. Nothing unusual, except that the product is in the shop window in front of you. iBeacon is one of the most powerful arrows in the quiver of Apple, a system that exploits a feature of the new Bluetooth 4.0 LE and that allows you to send targeted messages to those who have a certain application installed on your smartphone or tablet. iBeacon is a kind of NFC (Near Field Communication), but it is incredibly powerful because it is passive and does not require contact and has a huge range, 70 meters outdoors.

To understand the potential of iBeacon enough to say that, although behind the scenes there is Apple, the system works on all smartphones 4.0 bluetooth running iOS 7 or KitKat on board, then a pool of potential users in the coming years will be able to count hundreds of thousands of people.

 

A cheap sensor and the game is (almost) done

At the core of the system is the “beacon”, a small bluetooth transmitter from a few tens of Euros available in different versions and integrated throughout. This sensor creates a bubble of “proximity”, a sphere of large radius within which each person becomes a potential receiver of notifications if the bluetooth is activated. The bubble is actually divided into three zones: a peripheral zone, a zone of proximity and contact area.

content_ibeacon-range

 

These three areas can be exploited for different needs and configured according to the needs of individual stores or assets that have created the system. That is outside the scope of “engagement”: all those who come into this area are potential prey of the radius, the middle is the area of ​​the neighborhood, or you are close to the emitter (about a meter), while the “contact” area is the closest zone to the object, in which you can make interactions such as purchase.

A practical example of the exploitation of the areas could be McDonald’s: it decided to send a notification from 12 pm to 14 pm for people who pass in front of the shop window and have McDonald’s app installed:  there is a super discount on a new hamburger. Who comes to the door will appear on his screen a photo of a hamburger, the offer description  offer and people will be able to withdraw their coupon.

content_big_beacon_section_no_logo

Not only shopping: the future potentialities

content_big_beac

iBeacon is a tool with limitless potential: over marketing can indeed be used to make “shop analytics”, ie the detailed analysis of what happens in a store. Beacon literally means “lighthouse”, and by placing a series of beacons within a commercial area will be able to draw, with a good approximation, the exact behavior of each person “active” inside the store itself, the way it does and the shelves of which is approaching. All of this information, they are usually in the hands of an owner of an online store (who knows the habits of customers thanks to the monitoring systems), but never before possible in a physical store. iBeacon will also facilitate electronic payments: in a small radius in fact the beacon will send the information to an iPhone for buying and thanks to TouchID, you can safely finalize the transaction.

lancio_2705

Perché il tuo Business ha bisogno di un’App

Le applicazioni mobile sono ormai una parte integrante di quasi tutte le aziende, indipendentemente dalla loro dimensione e settore. Mentre la maggior parte delle piccole imprese hanno un proprio sito web, è infatti più redditizio per le piccole e medie imprese sviluppare anche un’app mobile.

Ecco i motivi per cui le piccole e medie aziende dovrebbero sviluppare un’app per il loro business.

 

App come strumento promozionale

Mentre un sito web è uno strumento vitale per promuovere i tuoi prodotti e servizi e agisce come un portale unico per gli utenti, il numero di utenti di telefonia mobile è sempre crescente. La maggior parte di questi utenti mobili navigano anche sui loro smartphone e su altri dispositivi mobili. Oggi tutto, compreso il commercio e i pagamenti, viene gestito sullo smartphone. Stando così le cose, le applicazioni mobili hanno dimostrato di essere il futuro. Lo sviluppo di una applicazione mobile  è quindi estremamente utile per promuovere il tuo business.

 

Guadagnare con la tua App

Molte piccole aziende cercano di evitare lo sviluppo di applicazioni per il loro business, in quanto temono che i costi di sviluppo di applicazioni possano rappresentare una voce di spesa molto pesante nel bilancio. Niente di più sbagliato! Altrimenti a cosa servirebbe Tabletize? Serve proprio per abbattere i costi, avendo al tempo stesso un’app di qualità elevatissima. È inoltre possibile ridurre i costi pianificando la tua app con largo anticipo rispetto l’effettivo processo di sviluppo; progettare il proprio logo, le immagini e il contenuto dell’app. Una volta che il terreno di lavoro è pronto, è possibile partire con Tabletize.

Una volta che la tua applicazione è stata sviluppata, si può pensare monetizzare l’app, utilizzando le varie tecniche disponibili.

Raggiungi molti più clienti grazie all’App

Lo sviluppo di un’app per il tuo business ti aiuta a raggiungere molti più clienti rispetto che con un sito web tradizionale. La ricerca mobile è diventata molto popolare oggi, soprattutto con il pubblico più giovane. Mentre i tuoi clienti attuali potrebbero generare passaparola, i nuovi utenti potrebbero trovarti tramite una ricerca generica. Inoltre, l’integrazione dei principali social network con la tua applicazione favorisce l’ambito e la portata del tuo business.

 

L’App è una vetrina per i tuoi prodotti e servizi

È possibile utilizzare l’app come strumento per presentare i tuoi prodotti e servizi. È possibile tenere aggiornata la tua applicazione, per mostrare ai tuoi clienti i nuovi prodotti e servizi. Offrendo agli utenti interessanti offerte e sconti li incoraggi a visitare più spesso la tua app e generare passaparola.

In conclusione

Con il settore mobile in piena espansione, è più che consigliabile per qualsiasi attività sviluppare applicazioni mobili per promuovere i propri prodotti e servizi. Il Mobile è infatti la strada in cui tutta la comunicazione è diretta oggi. Abbracciando questa tecnologia è garantito produrre i risultati migliori per il tuo business.

Inizia subito a sviluppare l’App per il tuo business.

lancio_1305

4 motivi per cui tutti i clienti vogliono un’App

Stai sviluppando applicazioni per alcuni clienti? Oppure pensi che la maggior parte dei tuoi clienti dovrebbero avere una loro app mobile sviluppata? Ti daremo 4 modi per convincerli..

lancio_1305

 

1. I tuoi clienti sono utilizzatori alle prime armi, ma i prezzi delle app sono già contenuti

L’utilizzo degli smartphone è in rapida crescita, quasi più velocemente del numero di applicazioni. In un paio di anni, ogni azienda avrà una o più applicazioni. Ciò significa che le tu aziende clienti avranno bisogno di sviluppare un’app per non rimanere indietro. E’ vero, la maggior parte delle applicazioni sono ancora applicazioni di intrattenimento delle quali spesso potremmo facilmente fare a meno. Ma la categoria che cresce rapidamente è quella delle applicazioni aziendali: le app che consentono ai team di vendita di avere sempre cos sé a portata di device opuscoli, cataloghi e video promozionali, oppure applicazioni con possibilità pubblicitarie, applicazioni studiate per essere degli strumenti di marketing geolocalizzati.

L’utilizzo di applicazioni aziendali non è ancora molto diffuso; i tuoi clienti sono ancora utilizzatori alle prime armi. Ma non pagano il prezzo della rivoluzione. I costi di un’app sono contenibili grazie ad una piattaforma come Tabletize. Così si ottiene il meglio di entrambi i mondi: essere uno dei primi ad utilizzare una applicazione aziendale, ma già beneficiare di prezzi di mercato competitivi.

E’ tutta una questione di Marketing: le App sono contatti di clienti

Abbiamo bisogno di un’app? Abbiamo bisogno di un sito web? Le applicazioni mobili sono installate sugli smartphone dei consumatori. Non è fantastico? Essere sempre presente nell’oggetto più utilizzato dai tuoi clienti? Basta un tocco per entrare in contatto, senza bisogno di un browser, ma offrendo una superba user experience. Usa Facebook, Twitter e Google+ nella vostra app per informare i tuoi clienti.

Il business migliora se il flusso di lavoro è mobile

Il business migliora se il flusso di lavoro è mobile. Crea applicazioni per le aziende in poco tempo, solo quando ne hai bisogno. Hai una conferenza o una mostra? Crea un’app mobile con tutte le informazioni: sil programma della fiera, gli invitati, i profili dei partecipanti e la mappa del luogo dell’evento.

Il tuo team di vendita porta ancora con sè una marea di opuscoli? Perché non utilizzare un’app catalogo, un portafoglio magnificamente progettato per impressionare i clienti? Puoi anche dare ai clienti l’accesso a solo una parte della tua applicazione sbloccando informazioni specifiche. Le applicazioni sono sempre aggiornate e funzioneranno sempre correttamente, anche offline, senza connessione dati.

Facilità di manutenzione

Mantenere un’app aziendale aggiornata è facile, per chiunque. La possibilità di avere un catalogo sempre aggiornato a portata di mano ha fatto sì che il team commerciale di moltissime aziende accantonasse tutti i cataloghi cartacei: qual è il vantaggio di fondo?

  • un’app aziendale è esteticamente accattivante e migliora il branding dell’azienda
  • il risparmio, in termini di carta e stampa, è elevatissimo: l’app abbatte i costi
  • l’app aziendale è sempre fruibile, in qualsiasi momento, anche da smartphone

Non trovi che sia il miglior biglietto da visita per un’azienda? Provare per credere ;)

lancio_054

Come emergere nel mare di app degli store?

Lo abbiamo già ammesso. Dopo aver creato la tua app, il lavoro non finisce. Ti abbiamo già spiegato come puoi monetizzare la tua app, ma ti poniamo un’altra domanda: nel mare di app presenti sugli store, sei sicuro che la tua app emergerà (o, quantomeno, resterà a galla)?

Siamo certi che lo hai pensato, e per questo abbiamo qualche consiglio per te.

E’ un gioco di numeri

Il numero di utenti, il numero di download , il numero di vendite; questi dati rappresentano il tuo oro . Il tuo obiettivo come sviluppatore dovrebbe essere quello di migliorare questi numeri in maniera costante. Dopo tutto , è per questo che hai creato l’app.

Se l’applicazione non dispone già di una piattaforma di analisi collegata, è meglio iniziare a impostarla fin da subito. Google Analytics è uno strumento adattabile anche per il mobile, ma se sei alla ricerca di caratteristiche più avanzate Mixpanel e Countly rappresentano un’ottima soluzione.

Con questo strumento avrai tutti i dati necessari per analizzare come gli utenti interagiscono con la tua applicazione, su come migliorare il tuo impegno, incrementare i download e aumentare le entrate.

Potrai (e dovrai!) scavare nei numeri e analizzare ogni aspetto della tua applicazione:

  • Quanto spesso l’app viene utilizzata?
  • Qual è il tempo medio che un utente rimane sull’app?
  • Quali caratteristiche vengono utilizzate di più?

E così via …

Osservando l’app da un punto di vista analitico, sarai in grado di identificare le aree in cui si può migliorare l’applicazione, e a sua volta migliorare le entrate .

Potresti essere in grado di individuare il giusto mix per incrementare le conversioni. Potrai anche leggere i commenti precedenti da parte degli utenti per avere un’idea di quello che potrebbero essere disposti a pagare per la tua app: eviterai in questo modo di farla scartare a priori da parte degli utenti.

 

Pensa alla commercializzazione

La maggior parte degli sviluppatori di applicazioni si concentrano talmente tanto sulla codifica e le caratteristiche che dimenticano che il marketing rappresenta realisticamente la metà della tua opera di imposizione della tua app sulle altre: hai un’app pronta, da mantenere sempre sulla cresta dell’onda grazie ai dati che ti arrivano dalle statistiche, quindi il marketing rappresenta un plusvalore importante per la tua app.

E’ necessario disporre di una strategia in atto fin dall’inizio . È necessario stabilire obiettivi per il numero di download che potrai generare con le tue campagne di marketing.

Sostieni la tua applicazione

L’ app ha bisogno di supporto e aggiornamenti costanti per tenerla a galla . Con ogni aggiornamento di sistema operativo, sia questo iOS o Android , è necessario aggiornare l’applicazione: ci saranno sempre bug che continueranno a saltar fuori, o nuove funzionalità che gli utenti stanno cercando.

Imposta un calendario di sviluppo e crea le scadenze per la codifica di nuove funzionalità , correggi i bug e resta vigile sugli aggiornamenti generali per l’applicazione. In questo modo hai un piano fin dall’inizio e non ti ritrovi improvvisamente sopraffatto con il lavoro di sviluppo .

Conclusione

Ricordate, non c’è scorciatoia per il successo . Non importa quanto sia grandiosa la tua app all’inizio, perchè avrai sempre bisogno di mettere ottimizzarla costantemente ogni giorno, se vuoi recuperare eventualmente il tuo investimento e rendere questa una costante fonte di guadagno.

E se hai poco tempo per aggiornare la tua app e poche risorse e idee per mantenerla sulla cresta dell’onda, un salvagente esiste…si chiama Tabletize ;)

lancio_244_2-1

La differenza tra il test e il monitoraggio di un’app

Confrontando il test e il monitoraggio delle prestazioni di un’app mobile, la domanda sorge spontanea? Quale delle due fasi è più importante? Semplice:  entrambi sono aspetti importanti dello sviluppo di un’app.

Esistono due fasi connesse con l’ottimizzazione delle prestazioni di un’app: uno stadio è prima che l’app venga rilasciata (ovvero il test della performance) , e l’altro dopo il rilascio (cioè il monitoraggio delle prestazioni) .

La maggior parte degli sviluppatori di app testano le prestazioni solamente prima di rilasciare l’applicazione, spesso in fase di sviluppo. Ciò che a questi sviluppatori manca è il monitoraggio completo mentre l’utente utilizza l’app in tempo reale.

Lo svantaggio di un solo test di performance comprende alcune casistiche:

  • Device utilizzati durante le prove potrebbero essere più veloci o più lenti rispetto a quelli utilizzati dagli utenti mentre utilizzano l’app live
  • Le risorse disponibili sugli smartphone utilizzati durante le prove potrebbe essere diverse da quelle in real time
  • Il volume di dati utente scaricati o caricati dagli smartphone potrebbe essere diversa nei test rispetto all’utilizzo reale

Una buona pratica è quindi quella di utilizzare sempre strumenti leggeri per monitorare le prestazioni degli utenti  in real time. In questo modo si può garantire che i problemi evidenti non siano stati riscontrati durante il test .

Spesso può essere richiesto un costo all’utente per scaricare l’app, perciò la lentezza di un’app o eventuali problematiche riscontrate risulta essere un problema serio e frustrante per l’utente, ma anche per lo sviluppatore, che rischia di perdere la retention dell’utente stesso.

Esempi di problemi di prestazioni delle app comprendono :

  • Crash che causano cattive user experience
  • Applicazioni chiuse a causa di situazioni di esaurimento di memoria

Includendo sia il test sia il monitoraggio nell’ambito del ciclo di sviluppo dell’app, gli sviluppatori possono ridurre il tasso di abbandono.

Inoltre, l’aggiunta di nuove funzionalità, nuove versioni del sistema operativo, portando con loro i test delle prestazioni e il monitoraggio in atto, possono aiutare i developer ad evitare problemi di performance indesiderati.

Rispetto al maturo mercato dei test delle prestazioni delle app , il mercato dei servizi di monitoraggio delle prestazioni delle applicazioni mobile è nato da solamente un anno.

Tuttavia questi servizi stanno iniziando a diventare diffusi tra i principali sviluppatori di app, che fanno del monitoraggio delle prestazioni di utilizzo delle loro app un vero e proprio cavallo di battaglia.

mobile-app-monetization

Come monetizzare un’app

Ammettiamolo. Ci sono oltre un milione di applicazioni disponibili per le varie piattaforme là fuori. Mentre questo numero è fantastico per i consumatori, non è così impressionante per gli sviluppatori di app . Avere un sacco di applicazioni con cui competere rende più difficile distinguersi e guadagnare un po’ di soldi dalla propria app.

Non solo avrete l’arduo compito che la tua app venga notata, ma una volta che accade, devi convincere i consumatori a scaricarla, utilizzarla con continuità nel tempo.

mobile-app-monetizationMonetizzare un’app è un obiettivo difficile da raggiungere . Ci sono tre approcci principali per monetizzare la tua app e una moltitudine di fattori da prendere in considerazione. Alcuni preferiscono l’approccio basato su un unico modello, mentre altri preferiscono utilizzare una combinazione di essi , e la scelta di un percorso non è affatto una scienza esatta. Ma con il giusto mix di direzione, esperienza e di duro lavoro, si dovrebbe essere in grado di prendere decisioni ponderate e massimizzare il rendimento che si può ottenere dalla tua app , posizionandoti (e posizionando la tua app) un passo avanti rispetto alla concorrenza.

Pubblicità

20100927iad_admob

L’advertising è un modo semplice per monetizzare la tua app. In sostanza , si assegna lo spazio nella vostra applicazione a una terza parte che lo utilizza per fornire annunci, e quando questi annunci generare entrate, si ottiene una porzione dei profitti . Certo, sembra facile , ma non lasciare che la semplicità di questo approccio ti inganni: non pensare che sarai in grado di sederti e lasciare che gli euro dell’annuncio entrino in maniera copiosa nelle tue tasche.

La maggior parte degli inserzionisti utilizzano un modello pay- per-click: questo significa che ogni volta che un utente fa clic su un annuncio nella tua applicazione  crea alcune entrate. Anche se questo è molto semplice da implementare, e spesso richiede solo poche righe di codice, è molto difficile ottenere una vera ricompensa. Se non avete un’app con una grande quantità di traffico, la quantità di click che sarai in grado di generare è limitata, quindi il guadagno risulterà proporzionalmente ridotto.

Inoltre, mentre esistono un certo numero di network pubblicitari ai quali è possibile iscriversi, come Google AdMob , Microsoft Advertising , Apple iAd e Nokia Ad Exchange, per citarne alcuni di quelli più grandi, molte altre reti pubblicitarie non servono annunci a livello globale .

App a pagamento

La scelta più ovvia per molti è quello di vendere solo l’applicazione. Se hai creato un’applicazione incredibile, milioni di persone vorranno acquistarlo, e si potrebbero facilmente guadagnare . Ma, purtroppo , le cose non funzionano veramente in questo modo. Se si guarda in numeri di cui vengono scaricati i tipi di applicazioni, applicazioni gratuite rappresentano oltre il 90% dei download in tre principali ecosistemi : Google , Apple e Microsoft . E del restante 10% , che sono download pagati, il 6% delle applicazioni iOS costa solo 0,99 € , ed i numeri sono simili per Android e Windows Phone . Cosa significa questo? Significa che la tua applicazione entrerà sul mercato con un enorme svantaggio se avrai il coraggio di andare sopra la solgia di prezzo di 0,99 €. Ma non preoccuparti: c’è ancora spazio per te. Anche se stai per partire con un handicap, gli utenti che scaricano un’applicazione più costosa sono molto più propensi a continuare a utilizzarla, dal momento che hanno pagato un prezzo proprio per questo motivo.

C’è un vero merito nell’avere un app a pagamento: essere preparati per un minor numero di download e l’aspettativa che la tua applicazione e sia raffinata, completa e sopra la media .

Acquisti in-app

HT4009--confirm--en

Una terza via è quella di monetizzare le tue applicazioni utilizzando prodotti in-app: sono i prodotti che si vendono all’interno della tua applicazione , come ad esempio monete d’oro extra e potenziamenti salute in giochi , un language pack per la tua app di traduzione, o qualsiasi altra cosa risulti adatta alla tua situazione specifica. Il punto di forza dei prodotti in -app è che l’utente che utilizza la tua app avrà già conferito valore alla tua applicazione utilizzandola e per questo motivo sarà ben disposto a acquistare prodotti in-app. Gli utenti possono utilizzare la tua applicazione e provarlo prima di decidere di investire in essa.

Spetta a voi dove e quando si decide di mostrare e offrire prodotti in-app . Puoi offrire la tua app gratis, il che significa ottenere la massima esposizione, e poi una volta che gli utenti sono a loro agio con la tua app, è possibile offrire più funzionalità e più valore ad un certo prezzo.

Quale è il migliore?

Se si sta creando un’app che è molto semplice oppure possiede solo un piccolo, ma importante, valore aggiunto, lo strumento della pubblicità è probabilmente la tua migliore scommessa. Ma se non disponi di una significativa funzionalità da fornire, può essere difficile vendere la tua app. In questi casi , cerca di concentrarti su altri modi per ottenere i tuoi download  - attraverso il marketing e il passaparola, ad esempio – in modo che le visualizzazioni e i clic successivi aumentino.

Quando si tratta di un’app a pagamento, se non hai una buona app full-optional , questo percorso potrebbe essere difficile da giustificare. Ci sono sicuramente le applicazioni che rientrano in questo modello di pricing , soprattutto in ambito giochi, fotografia e  navigazione , ma mentre molte applicazioni di successo possono essere vendute ad un determinato costo, gli sviluppatori spesso sceglieranno un modello freemium per ottenere più download.

I prodotti in-app danno il meglio di entrambi i mondi . È possibile offrire un app gratuita , ed ancora monetizzare con l’aggiunta di prodotti e miglioramenti che diventeranno rilevanti una volta che gli utenti a familiarizzano con la tua app.

Ricordati sempre che la concorrenza è feroce. Essere il migliore in quello che fai è sempre l’approccio migliore per qualsiasi applicazione. Se sei entusiasta del tuo progetto e ti sforzi di fornire la migliore esperienza possibile, quando si arriva a scegliere un modello di monetizzazione, ci sarà già un vantaggio.

4 ragioni per creare un’app per il tuo business

Se decidi di creare un’app mobile per il tuo business, è importante essere chiari circa i tuoi obiettivi fin dall’inizio e le strategie che li circonda.

Quali sono i modi in cui è possibile sfruttare il potenziale delle app? Ecco 4 ragioni per cui creare un’app per il tuo business.

 

engagement

1. Coinvolgimento dei clienti

La cosa migliore del canale mobile è che fornisce alle aziende la possibilità di interagire con i propri clienti in tempo reale e tramite geolocalizzazione.

Se l’app funziona bene, è possibile gli utenti prospect attirati mediante engagement in clienti finali. Pensiamo a esempio al caso di Kraft iFood Assistant . L’applicazione offre oltre 2000 ricette, molte di loro utilizzando prodotti Kraft con liste della spesa, offerte interattive e le tipiche promozioni in grado di incentivare i clienti. L’applicazione include anche funzionalità di condivisione social, consentendo ai consumatori di condividere le ricette con gli amici sui canali social.

customer care

2. Servizio clienti e assistenza

Rendere più semplice ed efficiente per i tuoi clienti di entrare in contatto con la tua azienda, offrendo loro strumenti per rendere la vita più facile, mentre usano i tuoi prodotti o servizi può essere un buon motivo per sviluppare un’app mobile.

Digital Federal Credit Union, con sede a Marlborough, Massachusetts, ha lanciato un’app chiamata Mobile PC Deposit che permette ai membri di depositare un assegno con gli smartphone Android e iOS. Questo rende più facile la vita dei clienti ed è un valore aggiunto al loro servizio già esistente.

promo

3. Promozione.

Uno dei mezzi più popolari per monetizzare è l’offerta di coupon. Il canale mobile aggiunge un interessante strato di notifiche push location-based per l’economia dei coupon. Immagina di essere il proprietario di un negozio di abbigliamento nel centro di Milano con migliaia di persone potenzialmente raggiungibili a piedi nel raggio di un chilometro dal vostro negozio. Se potessero ricevere la notifica sui loro smartphone con un coupon quando camminano in prossimità del tuo negozio, devi aumentare la probabilità di avere loro visita, fornendo loro una ragione tempestiva.

sell

4.  Vendita

Se vendi i tuoi prodotti o servizi on-line, un’app mobile può essere un’opzione da prendere in considerazione. Questo dà ai clienti la mobilità di fare le stesse cose che avrebbero solitamente fatto seduti alle loro scrivanie, ma sui loro device.

Ci sono molti esempi di questo tipo,  in cui i rivenditori online hanno esteso le loro offerte per i clienti che vogliono acquistare on-the-go con i loro smartphone.

 

 

Pensa a modi creativi per catturare l’attenzione dei tuoi clienti (esistenti o potenziali) , migliora le tue offerte, invoglia la gente a comprare e rendi la vita più facile per il tuo cliente grazie a un’app e potrai raccogliere i risultati.

3 consigli per sviluppare app di successo

Con migliaia di applicazioni su Apple App Store e Google Play – per non parlare di Windows e Blackberry in netta crescita – gli imprenditori e gli sviluppatori di app devono prendere in considerazione diversi fattori quando si apprestano a creare una nuova app con la speranza che venga ben accettata dagli utenti dei diversi app store.

Ecco allora 3 consigli, semplici ma efficaci, per sviluppare app che abbiano successo con gli utenti e, di conseguenza, con i marketplace:

lancio_3

 

 

1 . Think different

3-tips-creating-killer-mobile-apps

Ammettiamolo , chi ha bisogno di un’altra punta calcolatrice o di una torcia app? Avere un’idea nuova, originale e innovativa è il primo buon punto di partenza per creare un’app di valore. Certo, non è semplice essere pionieri. Per questo motivo, se proprio vuoi riprendere il meglio delle idee già esistenti, è molto importante studiare il mercato e le app dei vostri concorrenti.

Impara le loro applicazioni a memoria, ogni sfumatura e componente dell’interfaccia. Annotate ogni problematiche, così da evitare completamente questi errori quando crei la tua app.

 

2 . Dai priorità alla progettazione

Con una miriade di applicazioni già presenti nei loro store, Apple e Google non sono affamati di nuove app: possono facilmente ritardare l’accettazione di un’app, a meno che non venga creata un’app che regala all’utente una experience coinvolgente.

Il focus deve essere quello di deliziare le persone e rendere il prodotto utilizzabile. Le animazioni e la grafica sono sicuramente elementi interessanti ma se non servono a nulla, è meglio concentrarsi su altri aspetti. Ad esempio, studia come gli utenti interagiscono con la tua app e apporta dei miglioramenti, se necessari.

 

3 . Migliora l’efficienza

Efficiency-300x219

Le applicazioni che utilizzano eccessivamente i dati 3G o 4G sono spesso più inclini al crash e possono eventualmente essere evitati dagli app store. Una caratteristica essenziale della tua applicazione è l’utilizzo dei dati nel modo più efficiente ed efficace possibile. Dal punto di vista del consumatore, la maggior parte degli utenti italiani ha circa 2 GB di traffico dati che possono utilizzare al mese in base al loro piano telefonico.

E per finire, il consiglio più importante: cerca di essere sicuro che la tua applicazione sarà una delle app costantemente utilizzate (anziché scaricate e dimenticate) e cerca di evitare l’uso di più di 100 MB di dati di un utente.