Posts

palazzo_unicredit_mi_1

Tabletize partecipa a Couchbase Day

Martedì 10 giugno, nella storica location milanese dell’EMIT,  ente italiano di formazione, andrà in scena Couchbase Day. Tabletize sarà protagonista della giornata.

Schermata 2014-06-06 alle 09.36.36

Schermata 2014-06-06 alle 09.20.30Si tratta del primo evento italiano: i temi della giornata verteranno su Big Data, Database Nosql e Cloud

Verranno illustrate le prestazioni di Couchbase, Document Database Nosql, in grado di effettuare milioni di chiamate al secondo.

La giornata sarà scandita da numerosi speech, tra i quali spicca la presenza di IBM, che presenterà SoftLayer, la sua nuova soluzione Cloud e le soluzioni Big Data IBM InfoSphere BigInsights e IBM InfoSphere Streams.

Si potrà inoltre scoprire come usare ElasticSearch per sostituire la GSA di Google o per analizzare dati realtime.

Saranno numerosi gli interventi di aziende che illustreranno come hanno implementato Couchbase: tra queste, spicca la presenza di Tabletize, che sarà rappresentata da Marco Piccardo, CTO di Appfactory. Il suo speech si terrà alle ore 15 sul tema “Aggiornamenti in tempo reale con CouchDB: l’esperienza Tabletize‎”.

La partecipazione a Couchbase Day  è gratuita e sono ancora disponibili alcuni posti. Iscrivetevi e partecipate!

 

3 consigli per sviluppare app di successo

Con migliaia di applicazioni su Apple App Store e Google Play – per non parlare di Windows e Blackberry in netta crescita – gli imprenditori e gli sviluppatori di app devono prendere in considerazione diversi fattori quando si apprestano a creare una nuova app con la speranza che venga ben accettata dagli utenti dei diversi app store.

Ecco allora 3 consigli, semplici ma efficaci, per sviluppare app che abbiano successo con gli utenti e, di conseguenza, con i marketplace:

lancio_3

 

 

1 . Think different

3-tips-creating-killer-mobile-apps

Ammettiamolo , chi ha bisogno di un’altra punta calcolatrice o di una torcia app? Avere un’idea nuova, originale e innovativa è il primo buon punto di partenza per creare un’app di valore. Certo, non è semplice essere pionieri. Per questo motivo, se proprio vuoi riprendere il meglio delle idee già esistenti, è molto importante studiare il mercato e le app dei vostri concorrenti.

Impara le loro applicazioni a memoria, ogni sfumatura e componente dell’interfaccia. Annotate ogni problematiche, così da evitare completamente questi errori quando crei la tua app.

 

2 . Dai priorità alla progettazione

Con una miriade di applicazioni già presenti nei loro store, Apple e Google non sono affamati di nuove app: possono facilmente ritardare l’accettazione di un’app, a meno che non venga creata un’app che regala all’utente una experience coinvolgente.

Il focus deve essere quello di deliziare le persone e rendere il prodotto utilizzabile. Le animazioni e la grafica sono sicuramente elementi interessanti ma se non servono a nulla, è meglio concentrarsi su altri aspetti. Ad esempio, studia come gli utenti interagiscono con la tua app e apporta dei miglioramenti, se necessari.

 

3 . Migliora l’efficienza

Efficiency-300x219

Le applicazioni che utilizzano eccessivamente i dati 3G o 4G sono spesso più inclini al crash e possono eventualmente essere evitati dagli app store. Una caratteristica essenziale della tua applicazione è l’utilizzo dei dati nel modo più efficiente ed efficace possibile. Dal punto di vista del consumatore, la maggior parte degli utenti italiani ha circa 2 GB di traffico dati che possono utilizzare al mese in base al loro piano telefonico.

E per finire, il consiglio più importante: cerca di essere sicuro che la tua applicazione sarà una delle app costantemente utilizzate (anziché scaricate e dimenticate) e cerca di evitare l’uso di più di 100 MB di dati di un utente.