Posts

mobile-app-monetization

Come monetizzare un’app

Ammettiamolo. Ci sono oltre un milione di applicazioni disponibili per le varie piattaforme là fuori. Mentre questo numero è fantastico per i consumatori, non è così impressionante per gli sviluppatori di app . Avere un sacco di applicazioni con cui competere rende più difficile distinguersi e guadagnare un po’ di soldi dalla propria app.

Non solo avrete l’arduo compito che la tua app venga notata, ma una volta che accade, devi convincere i consumatori a scaricarla, utilizzarla con continuità nel tempo.

mobile-app-monetizationMonetizzare un’app è un obiettivo difficile da raggiungere . Ci sono tre approcci principali per monetizzare la tua app e una moltitudine di fattori da prendere in considerazione. Alcuni preferiscono l’approccio basato su un unico modello, mentre altri preferiscono utilizzare una combinazione di essi , e la scelta di un percorso non è affatto una scienza esatta. Ma con il giusto mix di direzione, esperienza e di duro lavoro, si dovrebbe essere in grado di prendere decisioni ponderate e massimizzare il rendimento che si può ottenere dalla tua app , posizionandoti (e posizionando la tua app) un passo avanti rispetto alla concorrenza.

Pubblicità

20100927iad_admob

L’advertising è un modo semplice per monetizzare la tua app. In sostanza , si assegna lo spazio nella vostra applicazione a una terza parte che lo utilizza per fornire annunci, e quando questi annunci generare entrate, si ottiene una porzione dei profitti . Certo, sembra facile , ma non lasciare che la semplicità di questo approccio ti inganni: non pensare che sarai in grado di sederti e lasciare che gli euro dell’annuncio entrino in maniera copiosa nelle tue tasche.

La maggior parte degli inserzionisti utilizzano un modello pay- per-click: questo significa che ogni volta che un utente fa clic su un annuncio nella tua applicazione  crea alcune entrate. Anche se questo è molto semplice da implementare, e spesso richiede solo poche righe di codice, è molto difficile ottenere una vera ricompensa. Se non avete un’app con una grande quantità di traffico, la quantità di click che sarai in grado di generare è limitata, quindi il guadagno risulterà proporzionalmente ridotto.

Inoltre, mentre esistono un certo numero di network pubblicitari ai quali è possibile iscriversi, come Google AdMob , Microsoft Advertising , Apple iAd e Nokia Ad Exchange, per citarne alcuni di quelli più grandi, molte altre reti pubblicitarie non servono annunci a livello globale .

App a pagamento

La scelta più ovvia per molti è quello di vendere solo l’applicazione. Se hai creato un’applicazione incredibile, milioni di persone vorranno acquistarlo, e si potrebbero facilmente guadagnare . Ma, purtroppo , le cose non funzionano veramente in questo modo. Se si guarda in numeri di cui vengono scaricati i tipi di applicazioni, applicazioni gratuite rappresentano oltre il 90% dei download in tre principali ecosistemi : Google , Apple e Microsoft . E del restante 10% , che sono download pagati, il 6% delle applicazioni iOS costa solo 0,99 € , ed i numeri sono simili per Android e Windows Phone . Cosa significa questo? Significa che la tua applicazione entrerà sul mercato con un enorme svantaggio se avrai il coraggio di andare sopra la solgia di prezzo di 0,99 €. Ma non preoccuparti: c’è ancora spazio per te. Anche se stai per partire con un handicap, gli utenti che scaricano un’applicazione più costosa sono molto più propensi a continuare a utilizzarla, dal momento che hanno pagato un prezzo proprio per questo motivo.

C’è un vero merito nell’avere un app a pagamento: essere preparati per un minor numero di download e l’aspettativa che la tua applicazione e sia raffinata, completa e sopra la media .

Acquisti in-app

HT4009--confirm--en

Una terza via è quella di monetizzare le tue applicazioni utilizzando prodotti in-app: sono i prodotti che si vendono all’interno della tua applicazione , come ad esempio monete d’oro extra e potenziamenti salute in giochi , un language pack per la tua app di traduzione, o qualsiasi altra cosa risulti adatta alla tua situazione specifica. Il punto di forza dei prodotti in -app è che l’utente che utilizza la tua app avrà già conferito valore alla tua applicazione utilizzandola e per questo motivo sarà ben disposto a acquistare prodotti in-app. Gli utenti possono utilizzare la tua applicazione e provarlo prima di decidere di investire in essa.

Spetta a voi dove e quando si decide di mostrare e offrire prodotti in-app . Puoi offrire la tua app gratis, il che significa ottenere la massima esposizione, e poi una volta che gli utenti sono a loro agio con la tua app, è possibile offrire più funzionalità e più valore ad un certo prezzo.

Quale è il migliore?

Se si sta creando un’app che è molto semplice oppure possiede solo un piccolo, ma importante, valore aggiunto, lo strumento della pubblicità è probabilmente la tua migliore scommessa. Ma se non disponi di una significativa funzionalità da fornire, può essere difficile vendere la tua app. In questi casi , cerca di concentrarti su altri modi per ottenere i tuoi download  - attraverso il marketing e il passaparola, ad esempio – in modo che le visualizzazioni e i clic successivi aumentino.

Quando si tratta di un’app a pagamento, se non hai una buona app full-optional , questo percorso potrebbe essere difficile da giustificare. Ci sono sicuramente le applicazioni che rientrano in questo modello di pricing , soprattutto in ambito giochi, fotografia e  navigazione , ma mentre molte applicazioni di successo possono essere vendute ad un determinato costo, gli sviluppatori spesso sceglieranno un modello freemium per ottenere più download.

I prodotti in-app danno il meglio di entrambi i mondi . È possibile offrire un app gratuita , ed ancora monetizzare con l’aggiunta di prodotti e miglioramenti che diventeranno rilevanti una volta che gli utenti a familiarizzano con la tua app.

Ricordati sempre che la concorrenza è feroce. Essere il migliore in quello che fai è sempre l’approccio migliore per qualsiasi applicazione. Se sei entusiasta del tuo progetto e ti sforzi di fornire la migliore esperienza possibile, quando si arriva a scegliere un modello di monetizzazione, ci sarà già un vantaggio.