Posts

lancio_2705

Perché il tuo Business ha bisogno di un’App

Le applicazioni mobile sono ormai una parte integrante di quasi tutte le aziende, indipendentemente dalla loro dimensione e settore. Mentre la maggior parte delle piccole imprese hanno un proprio sito web, è infatti più redditizio per le piccole e medie imprese sviluppare anche un’app mobile.

Ecco i motivi per cui le piccole e medie aziende dovrebbero sviluppare un’app per il loro business.

 

App come strumento promozionale

Mentre un sito web è uno strumento vitale per promuovere i tuoi prodotti e servizi e agisce come un portale unico per gli utenti, il numero di utenti di telefonia mobile è sempre crescente. La maggior parte di questi utenti mobili navigano anche sui loro smartphone e su altri dispositivi mobili. Oggi tutto, compreso il commercio e i pagamenti, viene gestito sullo smartphone. Stando così le cose, le applicazioni mobili hanno dimostrato di essere il futuro. Lo sviluppo di una applicazione mobile  è quindi estremamente utile per promuovere il tuo business.

 

Guadagnare con la tua App

Molte piccole aziende cercano di evitare lo sviluppo di applicazioni per il loro business, in quanto temono che i costi di sviluppo di applicazioni possano rappresentare una voce di spesa molto pesante nel bilancio. Niente di più sbagliato! Altrimenti a cosa servirebbe Tabletize? Serve proprio per abbattere i costi, avendo al tempo stesso un’app di qualità elevatissima. È inoltre possibile ridurre i costi pianificando la tua app con largo anticipo rispetto l’effettivo processo di sviluppo; progettare il proprio logo, le immagini e il contenuto dell’app. Una volta che il terreno di lavoro è pronto, è possibile partire con Tabletize.

Una volta che la tua applicazione è stata sviluppata, si può pensare monetizzare l’app, utilizzando le varie tecniche disponibili.

Raggiungi molti più clienti grazie all’App

Lo sviluppo di un’app per il tuo business ti aiuta a raggiungere molti più clienti rispetto che con un sito web tradizionale. La ricerca mobile è diventata molto popolare oggi, soprattutto con il pubblico più giovane. Mentre i tuoi clienti attuali potrebbero generare passaparola, i nuovi utenti potrebbero trovarti tramite una ricerca generica. Inoltre, l’integrazione dei principali social network con la tua applicazione favorisce l’ambito e la portata del tuo business.

 

L’App è una vetrina per i tuoi prodotti e servizi

È possibile utilizzare l’app come strumento per presentare i tuoi prodotti e servizi. È possibile tenere aggiornata la tua applicazione, per mostrare ai tuoi clienti i nuovi prodotti e servizi. Offrendo agli utenti interessanti offerte e sconti li incoraggi a visitare più spesso la tua app e generare passaparola.

In conclusione

Con il settore mobile in piena espansione, è più che consigliabile per qualsiasi attività sviluppare applicazioni mobili per promuovere i propri prodotti e servizi. Il Mobile è infatti la strada in cui tutta la comunicazione è diretta oggi. Abbracciando questa tecnologia è garantito produrre i risultati migliori per il tuo business.

Inizia subito a sviluppare l’App per il tuo business.

lancio_054

Come emergere nel mare di app degli store?

Lo abbiamo già ammesso. Dopo aver creato la tua app, il lavoro non finisce. Ti abbiamo già spiegato come puoi monetizzare la tua app, ma ti poniamo un’altra domanda: nel mare di app presenti sugli store, sei sicuro che la tua app emergerà (o, quantomeno, resterà a galla)?

Siamo certi che lo hai pensato, e per questo abbiamo qualche consiglio per te.

E’ un gioco di numeri

Il numero di utenti, il numero di download , il numero di vendite; questi dati rappresentano il tuo oro . Il tuo obiettivo come sviluppatore dovrebbe essere quello di migliorare questi numeri in maniera costante. Dopo tutto , è per questo che hai creato l’app.

Se l’applicazione non dispone già di una piattaforma di analisi collegata, è meglio iniziare a impostarla fin da subito. Google Analytics è uno strumento adattabile anche per il mobile, ma se sei alla ricerca di caratteristiche più avanzate Mixpanel e Countly rappresentano un’ottima soluzione.

Con questo strumento avrai tutti i dati necessari per analizzare come gli utenti interagiscono con la tua applicazione, su come migliorare il tuo impegno, incrementare i download e aumentare le entrate.

Potrai (e dovrai!) scavare nei numeri e analizzare ogni aspetto della tua applicazione:

  • Quanto spesso l’app viene utilizzata?
  • Qual è il tempo medio che un utente rimane sull’app?
  • Quali caratteristiche vengono utilizzate di più?

E così via …

Osservando l’app da un punto di vista analitico, sarai in grado di identificare le aree in cui si può migliorare l’applicazione, e a sua volta migliorare le entrate .

Potresti essere in grado di individuare il giusto mix per incrementare le conversioni. Potrai anche leggere i commenti precedenti da parte degli utenti per avere un’idea di quello che potrebbero essere disposti a pagare per la tua app: eviterai in questo modo di farla scartare a priori da parte degli utenti.

 

Pensa alla commercializzazione

La maggior parte degli sviluppatori di applicazioni si concentrano talmente tanto sulla codifica e le caratteristiche che dimenticano che il marketing rappresenta realisticamente la metà della tua opera di imposizione della tua app sulle altre: hai un’app pronta, da mantenere sempre sulla cresta dell’onda grazie ai dati che ti arrivano dalle statistiche, quindi il marketing rappresenta un plusvalore importante per la tua app.

E’ necessario disporre di una strategia in atto fin dall’inizio . È necessario stabilire obiettivi per il numero di download che potrai generare con le tue campagne di marketing.

Sostieni la tua applicazione

L’ app ha bisogno di supporto e aggiornamenti costanti per tenerla a galla . Con ogni aggiornamento di sistema operativo, sia questo iOS o Android , è necessario aggiornare l’applicazione: ci saranno sempre bug che continueranno a saltar fuori, o nuove funzionalità che gli utenti stanno cercando.

Imposta un calendario di sviluppo e crea le scadenze per la codifica di nuove funzionalità , correggi i bug e resta vigile sugli aggiornamenti generali per l’applicazione. In questo modo hai un piano fin dall’inizio e non ti ritrovi improvvisamente sopraffatto con il lavoro di sviluppo .

Conclusione

Ricordate, non c’è scorciatoia per il successo . Non importa quanto sia grandiosa la tua app all’inizio, perchè avrai sempre bisogno di mettere ottimizzarla costantemente ogni giorno, se vuoi recuperare eventualmente il tuo investimento e rendere questa una costante fonte di guadagno.

E se hai poco tempo per aggiornare la tua app e poche risorse e idee per mantenerla sulla cresta dell’onda, un salvagente esiste…si chiama Tabletize ;)

mobile-app-monetization

Come monetizzare un’app

Ammettiamolo. Ci sono oltre un milione di applicazioni disponibili per le varie piattaforme là fuori. Mentre questo numero è fantastico per i consumatori, non è così impressionante per gli sviluppatori di app . Avere un sacco di applicazioni con cui competere rende più difficile distinguersi e guadagnare un po’ di soldi dalla propria app.

Non solo avrete l’arduo compito che la tua app venga notata, ma una volta che accade, devi convincere i consumatori a scaricarla, utilizzarla con continuità nel tempo.

mobile-app-monetizationMonetizzare un’app è un obiettivo difficile da raggiungere . Ci sono tre approcci principali per monetizzare la tua app e una moltitudine di fattori da prendere in considerazione. Alcuni preferiscono l’approccio basato su un unico modello, mentre altri preferiscono utilizzare una combinazione di essi , e la scelta di un percorso non è affatto una scienza esatta. Ma con il giusto mix di direzione, esperienza e di duro lavoro, si dovrebbe essere in grado di prendere decisioni ponderate e massimizzare il rendimento che si può ottenere dalla tua app , posizionandoti (e posizionando la tua app) un passo avanti rispetto alla concorrenza.

Pubblicità

20100927iad_admob

L’advertising è un modo semplice per monetizzare la tua app. In sostanza , si assegna lo spazio nella vostra applicazione a una terza parte che lo utilizza per fornire annunci, e quando questi annunci generare entrate, si ottiene una porzione dei profitti . Certo, sembra facile , ma non lasciare che la semplicità di questo approccio ti inganni: non pensare che sarai in grado di sederti e lasciare che gli euro dell’annuncio entrino in maniera copiosa nelle tue tasche.

La maggior parte degli inserzionisti utilizzano un modello pay- per-click: questo significa che ogni volta che un utente fa clic su un annuncio nella tua applicazione  crea alcune entrate. Anche se questo è molto semplice da implementare, e spesso richiede solo poche righe di codice, è molto difficile ottenere una vera ricompensa. Se non avete un’app con una grande quantità di traffico, la quantità di click che sarai in grado di generare è limitata, quindi il guadagno risulterà proporzionalmente ridotto.

Inoltre, mentre esistono un certo numero di network pubblicitari ai quali è possibile iscriversi, come Google AdMob , Microsoft Advertising , Apple iAd e Nokia Ad Exchange, per citarne alcuni di quelli più grandi, molte altre reti pubblicitarie non servono annunci a livello globale .

App a pagamento

La scelta più ovvia per molti è quello di vendere solo l’applicazione. Se hai creato un’applicazione incredibile, milioni di persone vorranno acquistarlo, e si potrebbero facilmente guadagnare . Ma, purtroppo , le cose non funzionano veramente in questo modo. Se si guarda in numeri di cui vengono scaricati i tipi di applicazioni, applicazioni gratuite rappresentano oltre il 90% dei download in tre principali ecosistemi : Google , Apple e Microsoft . E del restante 10% , che sono download pagati, il 6% delle applicazioni iOS costa solo 0,99 € , ed i numeri sono simili per Android e Windows Phone . Cosa significa questo? Significa che la tua applicazione entrerà sul mercato con un enorme svantaggio se avrai il coraggio di andare sopra la solgia di prezzo di 0,99 €. Ma non preoccuparti: c’è ancora spazio per te. Anche se stai per partire con un handicap, gli utenti che scaricano un’applicazione più costosa sono molto più propensi a continuare a utilizzarla, dal momento che hanno pagato un prezzo proprio per questo motivo.

C’è un vero merito nell’avere un app a pagamento: essere preparati per un minor numero di download e l’aspettativa che la tua applicazione e sia raffinata, completa e sopra la media .

Acquisti in-app

HT4009--confirm--en

Una terza via è quella di monetizzare le tue applicazioni utilizzando prodotti in-app: sono i prodotti che si vendono all’interno della tua applicazione , come ad esempio monete d’oro extra e potenziamenti salute in giochi , un language pack per la tua app di traduzione, o qualsiasi altra cosa risulti adatta alla tua situazione specifica. Il punto di forza dei prodotti in -app è che l’utente che utilizza la tua app avrà già conferito valore alla tua applicazione utilizzandola e per questo motivo sarà ben disposto a acquistare prodotti in-app. Gli utenti possono utilizzare la tua applicazione e provarlo prima di decidere di investire in essa.

Spetta a voi dove e quando si decide di mostrare e offrire prodotti in-app . Puoi offrire la tua app gratis, il che significa ottenere la massima esposizione, e poi una volta che gli utenti sono a loro agio con la tua app, è possibile offrire più funzionalità e più valore ad un certo prezzo.

Quale è il migliore?

Se si sta creando un’app che è molto semplice oppure possiede solo un piccolo, ma importante, valore aggiunto, lo strumento della pubblicità è probabilmente la tua migliore scommessa. Ma se non disponi di una significativa funzionalità da fornire, può essere difficile vendere la tua app. In questi casi , cerca di concentrarti su altri modi per ottenere i tuoi download  - attraverso il marketing e il passaparola, ad esempio – in modo che le visualizzazioni e i clic successivi aumentino.

Quando si tratta di un’app a pagamento, se non hai una buona app full-optional , questo percorso potrebbe essere difficile da giustificare. Ci sono sicuramente le applicazioni che rientrano in questo modello di pricing , soprattutto in ambito giochi, fotografia e  navigazione , ma mentre molte applicazioni di successo possono essere vendute ad un determinato costo, gli sviluppatori spesso sceglieranno un modello freemium per ottenere più download.

I prodotti in-app danno il meglio di entrambi i mondi . È possibile offrire un app gratuita , ed ancora monetizzare con l’aggiunta di prodotti e miglioramenti che diventeranno rilevanti una volta che gli utenti a familiarizzano con la tua app.

Ricordati sempre che la concorrenza è feroce. Essere il migliore in quello che fai è sempre l’approccio migliore per qualsiasi applicazione. Se sei entusiasta del tuo progetto e ti sforzi di fornire la migliore esperienza possibile, quando si arriva a scegliere un modello di monetizzazione, ci sarà già un vantaggio.